Il blog di Cerro al Lambro e Riozzo

Cerro e Riozzo tutto in un solo blog

Posts Tagged ‘Sicurezza’

Il numero sbagliato.

Posted by wivocerro su luglio 8, 2008

Quel cartello riporta i numeri utili di Cerro, ma il telefono dei carabinieri è sbagliato
Il cartello stradale indica i numeri utili del comune di Cerro al Lambro, ma l’utenza telefonica dei carabinieri di Melegnano è sbagliata. A sollevare la questione sono stati alcuni cittadini residenti tra i comuni di Melegnano e Riozzo, frazione di Cerro alle porte della città sul Lambro: «D’altra parte – hanno spiegato i cittadini -, il cartello incriminato si trova proprio in viale della Repubblica al confine tra i due comuni». Collocata in una posizione ben visibile da tutti, la segnaletica indica l’inizio della frazione di Riozzo, ma nel contempo fornisce tutta una serie di numeri utili per chi abita nel comune alle porte di Melegnano. In particolare, è segnalata l’utenza telefonica della polizia municipale di Cerro e quella dei carabinieri di Melegnano, che non a caso sono competenti anche per i reati avvenuti a Cerro, Vizzolo, Carpiano, Colturano, San Zenone e Dresano. «Ma mentre il numero della polizia municipale è corretto – hanno incalzato gli attenti cittadini -, quello dei carabinieri è invece sbagliato. Telefonando allo 02-9834851 infatti, che è l’utenza indicata sul cartello, risulta che “il numero selezionato è inesistente”. In realtà, il numero dei carabinieri di Melegnano è 02-9834051. Come dire che al posto dello 0 è stato messo un 8. Una banale disattenzione, insomma, che però ha stravolto completamente il numero. Raggiunti telefonicamente, in questo caso l’utenza riportata sul cartello è quella corretta, gli agenti della polizia municipale di Cerro sono corsi prontamente ai ripari: «Già nei prossimi giorni – hanno assicurato – ci attiveremo presso l’ufficio tecnico per rimediare all’inconveniente». A breve, quindi, il cartello riporterà le indicazioni corrette, a beneficio di tutti i cittadini che ne dovessero avere necessità

Da Il Cittadino del 08 07 2008

Annunci

Posted in Notizie dal territorio | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Preso il rapinatore

Posted by wivocerro su maggio 27, 2008

da Il cittadino del 27 maggio 2008

Maxi-operazione dei carabinieri di Melegnano, sarebbe stato catturato il rapinatore di quattro banche tra Sudmilano e Lodigiano. Si tratterebbe di un 25enne melegnanese, incensurato e residente al Montorfano, quartiere nella periferia est cittadina. Con lui sarebbe finita in manette anche la convivente, dopo che i militari dell’Arma hanno trovato nel rifugio della coppia una cinquantina di grammi tra cocaina ed hascish. Ma per ora sulla vicenda gli inquirenti mantengono il riserbo più assoluto. Il blitz sarebbero scattato ieri mattina tra le 6 e le 6.15, quando una decina di carabinieri in borghese ha fatto irruzione in un’abitazione di via Monsignor Bianchi, strada seminascosta subito dopo la stazione ferroviaria, che a quanto pare era diventata il rifugio dei malviventi. Il 25enne sarebbe stato incriminato sia per le rapine avvenute nelle banche del territorio che per la droga ritrovata in via Bianchi, mentre alla giovane anch’essa di Melegnano sarebbe stato contestato il solo reato di possesso di sostanze stupefacenti. Nella mattinata di ieri i ragazzi sarebbero stati trasferiti nella stazione dei carabinieri in piazza Volontari del Sangue, mentre per l’intera giornata le forze dell’ordine avrebbero proseguito le indagini e le perquisizioni per completare il mosaico. Il condizionale è d’obbligo, anche perchè gli investigatori sono abbottonatissimi e non lasciano trapelare alcun tipo di dettaglio. Ad ogni modo, il giovane sarebbe accusato delle rapine alle banche di Cerro al Lambro, Vizzolo, Lodivecchio e Caselle Lurani, tutte assaltate tra marzo e aprile in compagnia di un complice, che sarebbe già stato arrestato. Ma gli inquirenti hanno motivo di ritenere che il delinquente melegnanese possa aver colpito anche in altri istituti di credito del territorio. Solo nella mattinata di oggi, comunque, sarà forse possibile sapere qualcosa di più sulla vicenda. Le indagini avevano preso avvio qualche mese orsono, quando i militari dell’Arma hanno iniziato a perlustrare in lungo e in largo il Montorfano. Perché, prima di far perdere le proprie tracce, i rapinatori erano soliti abbandonare le auto usate per assaltare le banche proprio nel bel mezzo del quartiere. Così avevano fatto dopo il raid criminale del 6 marzo ai danni della banca San Paolo di Cerro al Lambro, dove avevano prelevato 5mila euro, e dopo quello del 2 aprile alla Banca dell’Adda di Vizzolo, che aveva invece fruttato 10mila euro. Ma anche le immagini recuperate dalle telecamere delle banche rapinate avrebbe agevolato il compito degli inquirenti, che sono cosi risaliti all’identità del giovane. Dopodiché, è scattata la serie dei pedinamenti, che si è conclusa con la brillante operazione di ieri.Stefano Cornalba

Posted in Notizie dal territorio | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Sicurezza: che accade a Cerro?

Posted by wivocerro su marzo 18, 2008

Pochi giorni fa la rapina alla banca di Cerro, ieri una rapina alla cartoleria di Riozzo:

fonte: il cittadino del 18 marzo 2008
Riozzo, punta la pistola sul proprietario e porta via 400 euro dalla tabaccheria
«Riempila». È questo l’ordine che lapidario il rapinatore ha impartito al tabaccaio, dopo avergli lanciato tra le mani una borsa vuota. Ed a sottolineare la perentorietà del comando, una rivoltella ben salda tra le sue mani e puntata alla tempia del commerciante. Che non deve aver avuto alcuna alternativa, nessuna possibilità di reazione davanti all’arma minacciosamente brandita dal rapinatore di turno. Il quale osservava l’incasso onestamente guadagnato in una intera giornata dall’esercente finire in un istante all’interno della sua borsa. A concludere la sequenza quasi cinematografica, la fuga, repentina e rovinosa tra le campagne del sud milano, verso una destinazione che per adesso rimane ignota.Questa volta ad essere svaligiata è stata la tabaccheria “La Rotella” della frazione Riozzo di Cerro al Lambro, in via Libertà. Quando l’orologio rintoccava le diciannove e trenta di sabato scorso, un individuo alto circa un metro e settanta , a volto coperto e di nero vestito, ha fatto ingresso all’interno dell’esercizio pubblico che data l’ora, doveva essere prossimo alla chiusura. Così dopo aver ben calzato il berretto sul capo ed aver sollevato la sciarpa fino al naso in modo da lasciare scoperti solo gli occhi , il malvivente è entrato in azione. Con la pistola in pugno ha zittito ogni possibilità di controreplica da parte di chiunque, dirigendosi deciso verso il titolare. Raggiunto il bancone avrebbe lanciato una grande borsa vuota all’indirizzo del tabaccaio intimandogli di riempirla con i contanti custoditi nel registratore di cassa che, secondo le prime stime, pare ammontassero a non più di quattrocento euro, certamente insufficienti a riempire un intero borsone. Evidentemente le stime dell’improvvido furfante dovevano essere state diverse. Poi, strappata repentinamente la borsa dalle mani del commerciante, si è proiettato verso l’esterno, dove sembra ci fosse un complice ad attenderlo.

Posted in Sicurezza | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »